La storia delle nostre etichette - Friulano

La storia delle nostre etichette - Friulano

Il vino è un antico piacere, e sempre nuovo.
Siamo partiti da questo presupposto affascinante per trasmettere un’immagine che facesse da ponte tra vini radicati nella storia - già graditi ai conoscitori - con una generazione che rappresenta l’ottimismo verso il futuro, la curiosità e l’apprezzamento verso le tradizioni e le cose buone.
Le etichette sono nate dalla sensibile creatività di un amico, un bravo artista, che ha compreso il significato del nostro progetto ed è stato capace di regalargli una forma che ne catturasse, anche visivamente, l'intima essenza.
Ciascuna di esse racconta una personalità diversa, con tratti che accomunano i diversi caratteri di ogni appassionato di vino e del terroir.
Un calice interpreta un momento di riflessione: è per questo che ciò che unisce vini con caratteri diversi è lo specchio, il riflesso dei nostri pensieri. 
Le qualità particolari di ogni vino hanno invece speciali lineamenti di metafore figurate. E tu, messo allo specchio, che vino ti senti? 
Oggi vi raccontiamo il Friulano, come lo sentiamo noi e come oggi l’abbiamo gustato: con un risotto agli asparagi appena raccolti. 
Friulano
Il Friulano è un vitigno storico, versatile e geniale, come un diamante da tante sfaccettature sempre brillanti.
Si presta alla meditazione, a momenti di distensione e ad occasioni di spensierata compagnia.
Ecco che ha preso la forma di una grande icona dell’estro e dell’immaginazione, simbolo di raffinato ingegno.
E’ un vino energico nei confronti del cibo ed è ideale con il Prosciutto di S. Daniele: legati dalla tradizione della stessa terra di origine, uniti dal profumo di mandorla e dalla morbidezza in un piacevole abbinamento per concordanza.
Cambia stile e veste quando accompagna gli asparagi e le erbe di campo, confermando una formidabile vocazione verso i vegetali e le sfumature di fiori.
Da solo, allo specchio, rivela la mineralità della sua terra, una piacevole vena sapida e una rotondità accattivante, in un saggio equilibrio da assaporare con quiete.